Eroina

E' considerata la droga più mortale in circolazione

 

EroinaL'eroina è una droga da strada ricavata dal papavero da oppio. I suoi effetti sono sedativi anche se, come tutte le altre droghe, in bassi dosaggi può avere effetti euforici e stimolanti. L'effetto anestetico dell'eroina blocca dolori fisici ed emotivi e altre sensazioni indesiderate e rilascia una sensazione di benessere chimico. Proprio questa caratteristica rende questa droga "importante" per chi la usa. L'eroina viene usata proprio nel tentativo di "risolvere" problemi e sofferenza emotiva. Conosciuta come droga iniettabile non tutti sanno che l'eroina può anche essere sniffata o fumata su carta stagnola. Comunque la si prenda i suoi effetti e le tragiche conseguenze (astinenza, tolleranza e craving) sono pressocchè uguali.

Astinenza da eroina

Un insieme di dolori fisici ed emotivi che costringono ad usare ancora e ancora

 

Astinenza eroinaL'astinenza da eroina può sopraggiungere dopo anche una sola settimana di utilizzo. I sintomi iniziali sono una lieve sudorazione, brividi diffusi, tremiti, lacrimazione e sbadigli continui. Dopo poche ore a questi si aggiungono una forte disenergia, dolore a muscoli ed ossa, conati di vomito, diarrea e spasmi muscolari. A livello psicologico la persona è completamente a terra. A livello mentale un senso di disperazione e di depressione accompagna il tutto. Questi sintomi possono durare anche fino ad una settimana, anche se la fase critica si aggira intorno alle 72 ore. Durante questo periodo insonnia e inappetenza non permettono neanche di recuperare le energie per far fronte a questi terribili sintomi. L'astinenza è uno dei principali motivi che "costringe" il tossicodipendente ad usare ancora eroina, per evitare la sofferenza causata dall'intensità dei sintomi.

Il cambiamento di personalità

L'uso di eroina porta ad un veloce annientamento della personalità

 

Eroina Uno dei problemi che si presenta con l'uso di droghe è la degradazione progressiva dei valori morali. Questo inevitabile processo ha inizio con il trattenere la verità circa l'uso di droghe e le frequentazioni di persone e luoghi connessi alla dipendenza a familiari e conoscenti. Il tossicodipendente inizia così a circondare le persone vicine di menzogne e sotterfugi, nel tentativo di nascondere la propria condotta. Come se non bastasse la necessità di usare eroina per evitare eventuali sintomi astinenziali porta il consumatore a procurarsi i soldi con veri e propri atti illeciti. Inizialmente ruberà soldi e oggetti preziosi da casa per poi, in alcuni casi, arrivare a vere e proprie rapine. In molti casi il tossicodipendente inizierà anche a vendere sostanze illecite per procurarsi i soldi per la sua dose giornaliera. La persona, prigioniera di tutti i suoi misfatti e segreti, si allontanerà sempre di più dalla famiglia e sarà sempre meno capace di guardare e stare di fronte a loro. Stare con i propri familiari gli sarà sempre più difficile e spesso comincerà ad isolarsi nella propria camera o a passare la maggior parte della giornata lontano da casa, nella speranza di allontare da sè tutte le azioni commesse contro la propria famiglia.